Scroll with your mouse or arrow keys to see more!

Okay

Chi siamo

La “The Archimede Seguso’s Museum Foundation”, è una istituzione privata nata nell’anno 2006 con lo scopo di realizzare, in Murano, il Museo dedicato al più grande Maestro Vetraio del XX° Secolo.

 

GLI OBIETTIVIProgetto dell'Architetto Beatrice Ciruzzi, ispirato al Vaso Cartoccio del Maestro Archimede Seguso

La raccolta dei vetri di Archimede Seguso, messa a disposizione dal Gr. Uff. Gino Seguso, ha diritto di essere resa fruibile ad un vasto pubblico e non solamente a poche persone elitarie.

Si manifesta la necessità di un contenitore per tali opere, e nel contempo, data l’evoluzione delle lavorazioni muranesi, per non disperdere questo grande patrimonio di nozioni pratiche, è necessaria una scuola che tramandi il modo di creare e le lavorazioni di Archimede Seguso. La The Archimede Seguso’s Museo Foundation si propone di costruire e gestire il Museo, la Scuola e ogni attività volta a mantenere vivo il ricordo del maestro.

IL PROGETTO

Una forma del 1950 di Archimede Seguso, “Il Cartoccio” è stato lo spunto per il concept architettonico del Museo di Archimede Seguso. Il progetto, che porta la firma dell’Architetto Beatrice Ciruzzi, ha ottenuto anche l’apprezzamento di Frank O’Gery, che in visita ai luoghi che saranno sede museale, ha condiviso idea e la forma. La grande collezione che sarà contenuta nel museo di vetro, ispirato al vaso cartoccio, abbraccia gran parte di quella produzione artistica vetraria del XX secolo che nella biografia di Archimede Seguso è ben evidenziata in termini di opere e tecniche. 

Progetto dell’Architetto Beatrice Ciruzzi, ispirato al Vaso Cartoccio del Maestro Archimede Seguso


LA GOVERNANCE

Il Presidente
Gr. Uff. Gino Seguso

“Questo prezioso progetto è nato per caso, per amore, per doveroso omaggio ad un uomo, ad un lavoro, ad una tradizione. Se teniamo conto che oggi molto “Murano” è in mano a mercanti non lungimiranti, capiamo che stiamo perdendo le nostre tradizioni, le origini e la continuità della nostra storia della tradizione del vetro di Murano. Questo progetto deve essere condiviso, appoggiato, sostenuto. Illuminati mecenati debbono avere la possibilità di sorreggere le iniziative atte alla valorizzazione ed alla promozione di quest’arte millenaria affinché essa non cada nel baratro dell’ignoranza e nel dimenticatoio. A queste persone va il nostro plauso e il nostro grazie e riteniamo che le Istituzioni Italiane debbano a loro molta riconoscenza.”